Via Noalese 143 - 30036 Santa Maria Di Sala (VE)

Linguine al pesce spada

RICETTA PER LINGUINE AL PESCE SPADA

Questa è la stagione perfetta per il pesce spada. Il pesce spada è una buona fonte di proteine, vitamine e sali minerali. Il fosforo e il calcio, per esempio, sono importanti per la salute delle ossa e dei denti. Il potassio aiuta a mantenere la pressione nella norma e può ridurre il rischio di calcoli renali ricorrenti e la perdita di tessuto osseo durante l’invecchiamento. Il selenio permette il buon funzionamento degli antiossidanti cellulari, mentre il magnesio interviene in numerose reazioni che avvengono a livello cellulare.
La vitamina A protegge la vista, favorisce lo sviluppo delle ossa e la crescita dei denti. La vitamina B12 svolge un ruolo importante nella produzione dei globuli rossi e nella formazione del midollo osseo.

Ora puoi decidere se prepararla a casa oppure prenotarla alla Locanda Tabina “da Gregorio”.

La ricetta delle linguine al pesce spada, un primo piatto pronto in pochi minuti e di grande effetto e gusto.

Ingredienti per 4 persone:

  • Pomodori 15
  • Linguine 300 g
  • Capperi a piacere
  • Aglio a spicchi 2
  • Olio di oliva extravergine 8 cucchiai
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Vino bianco 50 ml
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Filetto di pesce spada 250 g

Ecco i passaggi per preparare le linguine al pesce spada:

Tritate con cura aglio e prezzemolo e tagliate in due parti i pomodori, dopo averli lavati.

Pulite il pesce spada dalla pelle esterna e procedete a ridurlo a dadini.

Ponete in tegame gli spicchi d’aglio e l’olio e soffriggete a fuoco moderato, quindi unitevi i pomodori ed i capperi lasciando rosolare per pochi minuti, senza che i pomodori vengano disfatti del tutto.

Aggiungete ora metà del prezzemolo e aggiustate di sale e pepe quindi sfumate, a fiamma alta, con il vino bianco. Aggiungetevi anche i dadini di pesce spada, facendoli saltare per circa un minuto.

Nel frattempo avrete lessato la pasta e, dopo averla scolata al dente, conserverete dell’acqua di cottura.

Mantecate ora la pasta con il sugo aggiungendo l’acqua di cottura conservata precedentemente. Impiattate utilizzando la rimanente parte del prezzemolo.